Alcolismo nella Federazione Russa il 2016

Dottor Franco Berrino: alcol, miti e danni alla salute. 8x1000 a sostegno della salute

La dipendenza alcolica a donne come aiutare

Claudia Bettiol 18 Aprile Crisi del rublo e aumento dei prezzi. E bere superalcolici non è una priorità quando si cerca di arrivare alla fine del mese. La buona notizia è che, negli ultimi anni, nel territorio russo, il consumo di alcol pare sia diminuito e che i russi abbiano smesso di bere o, perlomeno, abbiano ridotto il loro alcolismo nella Federazione Russa il 2016 annuale di superalcolici. Una cifra significativa e, teoricamente, rassicurante.

La capitale non è la sola a godere di questo positivo e forse atipico fenomeno. Lo stesso avviene a San Pietroburgo, Rostov, Sebastopoli Crimea e in altre città, più o meno popolate, e giunge perfino nella lontana e fredda Siberia. Addirittura, alcune cittadine e paesini pare siano abitati ormai da russi completamente sobri.

Dati a cui anche i più ottimisti fanno fatica a credere. Infatti, la notizia meno buona non tarda ad arrivare. Gli esperti hanno calcolato che trenta milioni di russiovvero un abitante su sette, sostituiscono i superalcolici con dei surrogati o della vodka fatta in casa il famoso samogon e che da ormai quattro anni si è creato un vero e proprio mercato legale di superalcolici.

Dal i farmaci contenenti alcol battono il record di venditacome anche le lozioni di bassa gamma, diventate la principale alcolismo nella Federazione Russa il 2016 di reddito di numerosi fabbricanti di cosmetici, compresi quelli di contrabbando.

Anche la produzione del samogon è in aumento : ormai tutti conosco qualcuno che lo produce. In Russia, lo scorso anno, è stata lanciata una campagna di sensibilizzazione ed è stata vietata la pubblicità di bevande alcoliche. Ma queste misure non sembrano portare ai risultati sperati. Niente paura quindi. I russi non hanno smesso di bere, alcolismo nella Federazione Russa il 2016 cercano soluzioni più economiche per farlo. Foto: Il giorno dedicato al samogon — 19 marzo kaifolog.

Nonostante il forte impatto dell'attacco ad Abqaib sulla produzione mondiale di petrolio, Alexander Novak ha dichiarato che resterà in vigore l'accordo preso ad Abu Dhabi per limitare l'output. I russi smettono di bere?

Mi piace: Mi piace Caricamento Claudia Bettiol. Laureatasi in Traduzione e Mediazione Culturale a Udine alcolismo nella Federazione Russa il 2016 una tesi sulla diatriba tra slavofili e occidentalisti, e grande appassionnata di architettura sovietica, per East Journal si occupa dell'area russofona. Dopo un anno di studio alla pari ad Astrakhan, un Erasmus a Tartu e un volontariato a Sumy, ha lasciato definitivamente l'Italia per Kiev, dove attualmente abita e lavora.

Successivo La Russia non è il male. Dobbiamo difenderci dalle opposte propagande. Powered by Tosolab. Utilizziamo i cookie alcolismo nella Federazione Russa il 2016 essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.