Lezione su alcolismo e tossicodipendenza

Gli effetti della droga e dell'alcol sul nostro cervello

Miracoli di delirium tremens

Di tanto in tanto compare un adulto con un passeggino, ma il parco è circondato da case e complessi residenziali e le scuole oggi sono chiuse — dove sono finiti tutti i bambini? Qualche minuto fa siamo passati davanti a due locali dedicati al badminton e al ping pong. Oppure sono fuori coi genitori. Iscriviti alla newsletter per ricevere la nostra selezione di notizie. Ogni mattina alle Se il modello islandese fosse adottato in altre nazioni, sostiene Milkman, ci sarebbero benefici per il generale benessere fisico e psicologico di milioni di ragazzi, per non parlare delle casse degli enti di sanità pubblica e la società in genere.

È un bel punto interrogativo. Dopo aver pubblicato lezione su alcolismo e tossicodipendenza suo lavoro, Milkman fu tra i fortunati selezionati dal National Institute on Drug Abuse lezione su alcolismo e tossicodipendenza rispondere a quesiti quali: perché la gente inizia a fare uso di droghe? Perché continua? A che punto raggiunge la soglia della dipendenza? A che punto si ferma? E quando ci lezione su alcolismo e tossicodipendenza Che porti la gente a sballarsi solamente con le proprie sinapsi — perché mi sembra ovvio che la gente voglia andare ad agire sulla propria mente — senza gli effetti deleteri delle droghe?

Nel il suo gruppo di ricerca a Denver vinse un finanziamento governativo del valore di 1. Hanno lezione su alcolismo e tossicodipendenza referenze da insegnanti, infermieri e consulenti scolastici, e si sono presi carico di ragazzi dai 14 anni in su convinti di non avere bisogno di nessuna terapia, ma che avevano avuto problemi con abuso di sostanze e reati minori.

Ai ragazzi era stato detto che si trattava di un programma da tre mesi. Alcuni finirono per restare cinque mesi. NelMilkman venne invitato in Islanda per presentare il proprio lavoro, le proprie conclusioni e idee. Sono rimasti amici da allora. Avete mai provato degli alcolici? Vi siete mai ubriacati? Avete mai provato a fumare una sigaretta? Quanto tempo passate coi vostri genitori? Avete lezione su alcolismo e tossicodipendenza rapporto stretto con loro?

A che genere di attività vi piace partecipare? I risultati di questi sondaggi furono allarmanti. Alcuni fattori emersero come forti barriere protettive: la partecipazione a attività organizzate — soprattutto lo sport — tre o quattro volte lezione su alcolismo e tossicodipendenza settimana, il tempo totale passato con i genitori durante la settimana, la consapevolezza di avere qualcuno che si occupasse di loro a scuola e il non restare fuori la sera tardi.

Anche il sindaco di Reykjavik era determinato a trovare una nuova via. Utilizzando i dati dei sondaggi e i rilevamenti ottenuti da varie ricerche, inclusa quella di Milkman, venne progressivamente introdotto un nuovo piano. Fu chiamato Youth in Iceland. Le leggi furono cambiate. La legge è tuttora in vigore. Il contenuto varia a seconda del range di lezione su alcolismo e tossicodipendenza, e le singole organizzazioni possono decidere cosa vi debba essere incluso.

Per i ragazzi che hanno oltre i 13 anni, i genitori possono impegnarsi a seguire tutte le raccomandazioni oltre che, ad esempio, a non permettere ai propri figli di partecipare a feste che non siano supervisionate, a non comprare alcolici lezione su alcolismo e tossicodipendenza i minorenni e a fare attenzione al benessere dei propri figli. Questi accordi educano i genitori, ma contribuiscono anche a rafforzare la loro autorità in casa, sostiene Hrefna Sigurjónsdóttir, direttrice di Casa e Scuola.

Cosa ancora più importante, i sondaggi vengono ancora fatti. Ogni anno, quasi tutti i ragazzi islandesi ne completano uno. Il che significa avere dati aggiornati e affidabili costantemente disponibili. La partecipazione a YiE viene gestita a livello municipale invece che dai Governi nazionali.

Nel primo anno, vi hanno preso parte otto municipalità. Oggi, sono 35, in 17 Paesi e si tratta di una varietà lezione su alcolismo e tossicodipendenza casi: da aree in cui solo alcune scuole partecipano alla città di Tarragona in Spagna, dove sono stati coinvolti quindicenni. Il metodo è sempre lo stesso: Jón e il suo team lezione su alcolismo e tossicodipendenza con i funzionari locali e creano un questionario con le stesse domande chiave usate in Islanda, più dei quesiti extra che si adattino alle singole realtà locali.

Appena due mesi dopo che i questionari sono lezione su alcolismo e tossicodipendenza rimandati in Islanda, il team rigira un report iniziale con i risultati, assieme alle informazioni su come questi figurino in relazione lezione su alcolismo e tossicodipendenza quelli di altre regioni partecipanti. In questo caso, dunque, si trattava di un problema ben definito, immediato e locale che poteva essere affrontato con facilità. A volte non fanno nulla. Un Paese a predominanza musulmana, di cui il ricercatore preferisce non dire il nome, ha rifiutato i dati, visto che rilevavano livelli di consumo di alcol non tollerabili.

Nessun altro Paese ha introdotto misure tanto pervasive quanto quelle islandesi. Quando gli viene domandato se qualcun altro ha preso esempio dalle leggi progettate per tenere i ragazzi in casa la sera, Jón sorride. Nel Regno Unito, ad esempio, il fatto che lezione su alcolismo e tossicodipendenza adolescenti ora passino più tempo a casa a interagire via Internet rispetto a quanto facessero di persona potrebbe essere una delle principali cause del crollo del consumo di alcol. I genitori ogni anno hanno diritto a otto o nove lezioni su come crescere al meglio i propri figli, e un nuovo programma garantisce fondi extra a istituzioni pubbliche e Ong lezione su alcolismo e tossicodipendenza si occupano di management dello stress e che promuovono il benessere mentale.

Al momento, la partecipazione a Youth in Europe è un affare confuso, e il team che se ne occupa in Islanda è ancora ridotto. Jón vorrebbe che esistesse un organo centralizzato con i propri fondi dedicati progettato per promuovere la diffusione di Lezione su alcolismo e tossicodipendenza.

Jón effettivamente consuma alcolici, ma Birgir dice di non conoscere nessuno nella sua scuola che beve o che fuma. Avevamo anche un cavallo. Mia moglie è una grande appassionata di equitazione.

Ma non ci siamo riusciti, in entrambi i casi. Alla fine hanno scelto il calcio. Ma non è tutto quello che fanno. Sebbene Gudberg e sua moglie Thórunn non pianifichino con anticipo di passare un certo numero di ore con i propri figli ogni settimana, provano comunque a portarli regolarmente al cinema, a teatro, a cena al ristorante, a fare passeggiate, pescare e, quando le pecore islandesi vengono fatte scendere dagli altipiani a settembre, organizzano uscite in cui si improvvisano mandriani.

Anche nel loro caso si tratta di ragazzi che sono stati spinti alle attività di gruppo. Altrove, le città che hanno aderito a Youth in Europe hanno ottenuto altri benefici. A Bucharest, ad esempio, il tasso di suicidi tra adolescenti sta crollando, parallelamente a quello di lezione su alcolismo e tossicodipendenza di lezione su alcolismo e tossicodipendenza e droghe. A Kaunas, il numero di ragazzi che commette reati è sceso di un terzo tra il e il Circa 1.

È chiaro, negli Stati Uniti ci sono degli ostacoli che non ci sono in Islanda. Milkman ha imparato a proprie spese che persino i programmi per giovani più meritevoli e di qualità non sempre vengono fatti crescere, o persino sostenuti. Abbiamo vinto premi nazionali. Si stanno sottoponendo dei questionari ai ragazzi di varie scuole medie e licei dello stato, e un coordinatore comune aiuterà a recapitare i risultati ai genitori e a chiunque altro possa servirsene per aiutare i giovani del posto.

Ma, ammette, potrebbe essere difficile raggiungere lo stesso livello di successo a cui si è assistito in Islanda. Persino quando si tratta del consumo di alcolici e di tabacco, moltissimi dati dimostrano che maggiore è un ragazzo quando prova un drink o una sigaretta per la prima volta, più sarà sano nel resto della sua vita.

Ma non tutte le strategie sarebbero accettabili in Gran Bretagna — a partire da quella del coprifuoco, e forse anche quella che prevede che i genitori camminino per i quartieri alla ricerca di ragazzi che infrangono le regole. E una prova generale fatta da Mentor a Brighton in cui si invitavano i genitori a dei workshop nelle scuole, ha messo in rilievo quanto sia difficile coinvolgerli.

Una generale diffidenza e riluttanza a lasciarsi coinvolgere saranno i principali ostacoli ovunque sarà proposto il metodo islandese, pensa Milkman, e richiamano peraltro il difficile equilibrio di responsabilità tra Stato e cittadini. Nessun altro Paese penserà che questi benefici valgano i sacrifici? Questo articolo è stato tradotto da Mosaic. Seguici anche su:. Follow thevisioncom. Generic selectors. Exact matches only. Search in title. Search in content. Search in excerpt.

Search in posts. Search in pages. Share Tweet. Segui Emma su The Vision. Segui Emma su Twitter. Seguici anche su Follow thevisioncom. Seguici anche su: Follow thevisioncom.